salta al contenuto

Ricerca altre vendite

Cosa
Procedura
Anno
 
 
Annunci
La ricerca ha prodotto 7 risultati

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 4893/2018

Gestore Avv. Domenico Trulio
Giudice Dott.ssa Patrizia Grasso

PUBBLICAZIONE del decreto di omologa del piano del consumatore emesso dal Giudice del Tribunale di Avellino, ufficio fallimenti, in persona del Giudice, dott.ssa P. Grasso del 14.03.2019 a conclusio ne del procedimento R.G .n. 4893/2018

(per dettagli visionare documento in allegato)

 

 

Data Pubblicazione: 19/03/19

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

  •  

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 5274/2018

Gestore Avv. Sofia Buono 

Il Giudice, Dott. Patrizia Grasso, vista la proposta ex l.n. 3/2012 depositata in data 19112/2018 e la documentazione integrativa;

vista la documentazione allegata; visto l'art. 101. n. 3/2012;

fissa l'udienza del 28/3/2019, h. 11,00;

dispone la comunicazione, a cura del debitore, della proposta e del presente decreto ai creditori, presso la residenza o la sede legale, almeno quaranta giorni prima di detta udienza, secondo le modalità prescritte dal suindicato art. 101. n. 3/2012;

dispone, altresì, che la proposta ed il presente decreto siano pubblicati sul sito Internet del Tribunale di Avellino; dispone che, fino al momento in cui il decreto di omologazione diventa definitivo, non possono, sotto pena di nullità, essere iniziate o proseguite azioni esecutive individuali, né disposti sequestri conservativi, né acquistati diritti di prelazione sul patrimonio del debitore da parte dei creditori aventi titolo o causa anteriore, salvo che si tratti di titolari di crediti impignorabili.


Data Pubblicazione: 12/03/19

 

 

 

Documentazione disponibile:

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

Beni Mobili

Fallimento 13/2016

Curatore Avv. Prof. Bruno Meoli
Giudice Dott. Pasquale Russolillo

Il Curatore del fallimento n. 13/2016 pone in vendita al maggior offerente i seguenti beni inventariati di pertinenza del fallimento, già custoditi e nella disponibilità di terzi fino alla vendita:

LOTTO 1
Magazzino autoricambi per veicoli di marca Chrysler, Jeep, Dodge e Hummer, come dettagliatamente descritti nella relazione del CTU perito Roberto Masi
Data asta : 13/06/19 ore 12:00
Prezzo base asta : 21.003,11
Rilancio Minimo : Euro 500,00

LOTTO 2
Autoveicoli Opel Corsa tg. SA900505
Data asta : 13/06/19 ore 12:00
Prezzo base asta : 210,94
Rilancio Minimo : Euro 100,00

LOTTO 3
Ford Fiesta targa BY878XX.
Data asta : 13/06/19 ore 12:00
Prezzo base asta : 210,94
Rilancio Minimo : Euro 100,00

Data Pubblicazione: 22/02/19

Documentazione disponibile:

 

Quote Societarie

Registro Generale Esecuzione 67/2016

Giudice Dott. Astianatte De Vincentis

AVVISO DI VENDITA MOBILIARE CON INCANTO

Lioni (Av), alla via Cesare Battisti n.31

Quota di partecipazione pari al 20% del capitale sociale della società avente ad oggetto l’attività di costruzioni di edifici residenziali e non residenziali.

Data asta : 02/04/19 ore 18:00
Prezzo base asta : 877,44
Rilancio Minimo : Euro 250,00

 

Per informazioni sulle modalità di vendita rivolgersi allo studio della dott.ssa Dello Russo sito in Avellino alla via Carmelo Errico n. 8 (tel 0825 30728 – doroteadellorusso@pec.it e doroteadellorusso@virgilio.it) nei giorni di - Lun. e Merc. dalle 17:00 alle ore 19:00.

Data Pubblicazione: 31/01/19

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Beni Mobili

Fallimento 75/2015

Curatore Avv. Edoardo Volino
Giudice Dott. Pasquale Russolillo

AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI 

DATA DELLA VENDITA: 2 aprile 2019 ORE: 11:00
LUOGO: Tribunale di Avellino – Cancelleria Fallimentare innanzi ai Curatori.

LOTTO 1
Arredi e attrezzature per ufficio, come da elenco analitico che si allega.
Data asta : 02/04/19 ore 11:00
Prezzo base asta : 1.704,40
Rilancio Minimo : Euro 150,00

LOTTO 2
Arredi, attrezzature e materiali vari industriali, come da elenco analitico che si allega.
Data asta : 02/04/19 ore 11:00
Prezzo base asta : 2.302,00
Rilancio Minimo : Euro 200,00

LOTTO 3
Palco modulare con copertura in acciaio, automezzi per raccolta rifiuti, automezzi per trasporto scolastico e attrezzature varie come da elenco analitico che si allega.
Data asta : 02/04/19 ore 11:00
Prezzo base asta : 16.861,50
Rilancio Minimo : Euro 1.500,00

I beni posti in vendita potranno essere visionati dagli interessati previa
intesa con i Curatori fallimentari dott. Walter Palermo e avv. Edoardo Volino (tel.: 0825/965670-0825/25347);

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 29/01/19

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 4893/2018

Gestore Avv. Domenico Trulio
Giudice Dott.ssa Patrizia Grasso

ORGANISMO COMPOSIZIONE DELLA CRISI DI AVELLINO RELAZIONE ED ATTESTAZIONE PER LA COMPOSIZIONE DELLA CRISI ATTRAVERSO UN PIANO DI RISTRUTTURAZIONE DEBITORE rappresentata e difesa dall'avv. Grazia Troisi (C.F.: TRSGRZ63C59F839X), la quale dichiarava di voler ricevere tutte le comunicazioni, al numero di fax 0825.756879 e/o al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: grazia. troisi@avvocatiavellinopec.it

GESTORE DELLA CRISI: Avv. Domenico Trulio, nato ad Avellino il 16.04.1986, C.F.: TRLDNC86Dl6A509M, iscritto all'Albo degli Avvocati di Avellino, telefono: 0825/23256, fax: 0825/672596 pec:domenico.trulio@avvocatiavellinopec.it .

La Debitrice chiede che l'Illustrissimo Giudice adito del Tribunale di Avellino, ritenuti sussistenti i requisiti soggettivi ed oggettivi per l'accesso alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento ai fini della legge 3/2012, voglia fissare apposita udienza, disponendo la comunicazione della proposta allegata e del decreto, con l'avvertimento dei provvedimenti che il Tribunale potrà adottare ai sensi dell'articolo 10, comma 3, Legge 3/2012. Per tutti i dettagli visionare la documentazione in allegato.
 

 

Data Pubblicazione: 11/01/19

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Composizione crisi da sovraindebitamento

Composizione crisi da sovraindebitamento 20/2016

Gestore Avv. Adele Granata
Giudice Dott.ssa Patrizia Grasso

La Dott.ssa Patrizia Grasso, sciogliendo la riserva in atti, osserva quanto segue: in data 9/9/2016 Petriccione Maria Maddalena, presentava ricorso per l'ammissione alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento (ex art. 6 e ss. L. 3/20 12), allegando la proposta di composizione della crisi-piano del consumatore, successivamente integrata in data 23/9/2016 e 26/1/2017.

Non svolgendo attività di impresa, la debitrice non ha depositato scritture contabili.

Ritiene il giudicante che, a fronte della documentazione allegata e a fronte della relazione dell'O.C.C., deve escludersi che il consumatore abbia assunto obbligazioni senza la ragionevole prospettiva di poterle adempiere o abbia colposamente determinato il sovraindebitamento, anche per mezzo di un ricorso al credito non proporzionato alle proprie capacità patrimoniali.

Ricorrono le condizioni previste dalla legge per l' omologazione, con le disposizioni di cui al dispositivo. Visti gli artt. 12 bis e 12 ter l. n. 3/2012 OMOLOGA il Piano del Consumatore proposto dalla ricorrente e illustrato nel decreto in allegato a cui si rimanda per maggiori dettagli.

Data Pubblicazione: 01/03/17

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.